Sei in: Home Associazione Notizie e Aggiornamenti Lo spreco che vale, se ne parla a Verona

Lo spreco che vale, se ne parla a Verona

E-mail Stampa PDF

Lotta allo spreco e recupero delle eccedenze, se ne parla a Verona il 25 e 26 gennaio 2019 con l’evento “Lo spreco che vale. Le eccedenze come opportunità” realizzato dalle AcliProvinciali di Verona in co-organizzazione con il Comune di Verona - Assessorato Servizi Sociali e Istruzione, il patrocino dell’Azienda Ulss9 Scaligera ed in collaborazione con Fondazione Cattolica.

Promuovere stili di vita solidali e sostenibili e far conoscere i circuiti virtuosi per il recupero delle eccedenze attivi a Verona, ma anche in altre province d’Italia. Questo l’obiettivo dell’evento “Lo spreco che vale. Le eccedenze come opportunità” realizzato venerdì 25 e sabato 26 gennaio 2019.

Le legge 166/2016 (c.d. Legge Gadda) è in vigore da circa due anni ed ha permesso di accendere ancora di più i riflettori su un tema così importante come quello dello spreco, in particolare alimentare, e sulle azioni per contrastarlo.

Verona è però da anni impegnata in questa direzione: da un’alleanza territoriale che vede coinvolte amministrazioni comunali, aziende partecipate, realtà del terzo settore, mondo profit, associazioni di categoria e fondazioni sostenitrici, è stato possibile implementare un vero e proprio circuito virtuoso per il recupero delle eccedenze e la riduzione dei beni destinati a rifiuto.

Con il progetto R.E.B.U.S., coordinato dalle ACLI Provinciali di Verona, si è attivata infatti una rete di solidarietà “corta” che permettere di recuperare oltre 1.000.000 di kg di cibo e 6.000 confezioni di farmaci e generare valore per tutti: le aziende che donano ottengono sgravi fiscali e riduzioni sulla tassa rifiuti, gli enti caritativi ricevono beni essenziali per le persone in stato di bisogno, e l’amministrazione comunale favorisce una crescita sostenibile del territorio.

Il modello è oggi replicato in altre province d’Italia ed ha permesso una vera e propria “contaminazione positiva”. Solo nell’ultimo anno, grazie anche al sostegno di Fondazione Cattolica, hanno avviato il progetto: Brescia, Ancona, Reggio Emilia, Mantova e Frosinone.

Far conosce ancora meglio cosa si fa, stimolare altri territori a replicare l’iniziativa e sensibilizzare la cittadinanza sono i motivi che spingono a realizzare questa due giorni di eventi.

Il programma prevede:

  • Venerdì 25 gennaio:

-    dalle 9.15 alle 13.15 un Convegno c/o Auditorium Bisoffi Cattolica Assicurazioni nel quale interverrà tra gli altri anche l’Assessore Regionale ai Servizi Sociali Manuela Lanzarin.

-    dalle 15.00 alle 16.30 due Tavole Rotonde c/o Centro Cultrale Marani: una sulle procedure igienico-sanitarie collegate al recupero ed una sulle agevolazioni fiscali per le aziende donatrici. E’ Necessaria l’iscrizione.

  • Sabato 26 gennaio:

-    dalle 14.30 attività di intrattenimento in Gran Guardia con laboratori per tutte le età ed in chiusura happy hour con concerto gratuito.

Per informazioni sull’iniziativa e l’iscrizione al Convegno/Tavole Rotonde: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. -  045 9275000

Allegati:
Scarica questo file (1_recupero_mense_scolastiche.PDF)Un esempio virtuoso, le mense scolastiche[Il recupero di eccedenze alimentari nell'esperienza scolastica veronese]283 Kb
Scarica questo file (2_spreco_alimentare_infografica.pdf)I numero dello spreco[Cosi, paradossi, dettagli di questa ingiustizia sociale]724 Kb
Scarica questo file (3_dati_Rebus.pdf)I dati del progetto REBUS delle Acli di Verona[R.E.B.U.S. Recupero eccedenze beni utilizzabili socialmente]140 Kb
 

Le sedi nel Veneto

Calendario Eventi

<<  Aprile 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  2  3  4  5  7
  81014
161718192021
2224252728
29