Sei in: Home Associazione Notizie e Aggiornamenti REI: una giusta risposta

REI: una giusta risposta

E-mail Stampa PDF
Nei giorni in cui il dibattito pubblico è concentrato sulle anticipazione della prossima legge di Bilancio, anche l’Alleanza contro la Povertà, la rete di cui le Acli sono socio fondatore, fa sentire la propria voce. E lo fa con una proposta importante proprio su uno dei temi cardine della manovra, ovvero la lotta alla povertà.

Forte dell’esperienza maturata fin dal 2013 e dall’autorevolezza di 35 organizzazioni impegnate da anni nei territori a favore di chi vive condizioni d’indigenza, l’Alleanza chiede di potenziare la lotta alla povertà introducendo uno strumento che sia in linea con la propria proposta, il Reddito d’inclusione Sociale (REIS).

Nella consapevolezza dell’importanza ma anche dell’insufficienza dell’attuale misura di contrasto alla povertà, il REI, secondo l’Alleanza la nuova misura dovrebbe concentrare le risorse verso le famiglie in povertà assoluta evitando d’incorrere nei seguenti rischi: attuare una “riforma della riforma”, annullando il lavoro svolto in questi ultimi anni; spostare la funzione di governo dell’intervento dai Comuni ai Centri per l’Impiego; frammentare il welfare attraverso l’adozione di misure ulteriori avulse dalle precedenti; assegnare questi interventi esclusivamente ai cittadini italiani; introdurre meccanismi che non coprano la platea secondo il criterio dell’intensità di povertà.

L’Alleanza chiede dunque: di incrementare sostanzialmente il fondo povertà, anche gradualmente nei prossimi anni, con altri 5,8 miliardi di euro; di ampliare la platea dei beneficiari della misura di sostegno al reddito in modo da raggiungere tutte le famiglie in povertà assoluta; di potenziare il beneficio economico per tali famiglie fino ad un importo medio di 400 euro; di rafforzare i Centri per l’Impiego ed i Servizi Sociali volti all’inclusione, senza disperdere le risorse a loro destinate; di coinvolgere nel nuovo processo tutti gli attori impegnati nella lotta alla povertà, sia al livello centrale che sul territorio, includendo Regioni, Comuni, parti sociali, Terzo settore ed associazioni.

“Riteniamo che solo così – conclude il comunicato dell’Alleanza -, concentrando sforzi ed energie di molti, si possa finalmente dotare il nostro paese di un’adeguata misura di contrasto alla povertà assoluta capace di fornire le risposte necessarie a chiunque si trovi in tale condizione”.

Leggi qui il testo completo della proposta indirizzata al Governo dall’Alleanza contro la Povertà.

 

Le sedi nel Veneto

Calendario Eventi

<<  Ottobre 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  4  7
  8  91114
171921
2528
2931